Con smog e polveri sottili bambini a rischio asma

Autore:
Redazione
28/08/2020 - 03:36

Nei bambini l'insorgenza di asma e dispnea (un problema respiratorio temporaneo o cronico) può essere favorita da inquinamento e polveri sottili.

A dirlo è una nuova ricerca pubblicata sul British Medical Journal e condotta da Torben Sigsgaard, professore dell'Università di Aarhus in Danimarca.

Un campione di oltre tre milioni di bambini nati tra il 1997 e il 2014 è stato osservato per diversi anni dagli esperti che hanno registrato tutte le diagnosi di asma e dispnea persistente eseguite dalle età di un anno fino a quindici anni.

Durante il periodo di osservazione in totale sono stati segnalati 122.842 bambini con asma o dispnea. Gli studiosi hanno analizzato i livelli di inquinamento nelle rispettive zone di residenza. Inoltre, hanno tenuto conto di tutti i fattori di rischio noti per asma e dispnea (ad esempio, il fumo di sigaretta da parte della mamma in gravidanza, un basso livello di istruzione dei genitori e presenza di asma in famiglia).

In conclusione è venuto fuori che, pur considerando tutti i fattori di rischio noti, asma e dispnea vengono diagnosticati più di frequente tra i bambini che vivono in aree molto inquinate, specie per presenza di polveri sottili (il particolato fine di diametro di 2,5 nanometri o inferiori).

Secondo gli esperti questo lavoro fa ben comprendere come adottare politiche di riduzione degli inquinanti ambientali porterebbe ad un decremento della frequenza di nuovi casi di asma in età pediatrica.

(Fonte: ANSA - Foto di copertina: Pixabay)

 

Leggi anche i seguenti articoli

www.ilpapaverorossoweb.it/article/obesità-asma-diabete-e-bullismo-sono-le-nuove-malattie-dellinfanzia

www.ilpapaverorossoweb.it/article/aridità-e-asma-uno-studio-conferma-la-correlazione

www.ilpapaverorossoweb.it/article/lasma-dei-bambini-si-cura-anche-con-lo-sport

www.ilpapaverorossoweb.it/article/se-il-padre-fuma-può-trasmettere-lasma-al-futuro-figlio

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci