Diritti dei disabili - Rilascio di un montascale per disabili

Numero di accessi

267
30/01/2019 - 03:53

Il montascale è un ausilio per la mobilità che consente alle persone impossibilitate a deambulare di salire e scendere le scale utilizzando questo apparecchio.

Vi sono due tipi di montascale: fisso e mobile.

1) Il montascale fisso (servoscala) non è erogabile dal Servizio Sanitario Nazionale. Essendo lo stesso, però, finalizzato ad eliminare le barriere architettoniche, chi ne ha bisogno potrebbe beneficiare dei contributi previsti dalla Legge n. 13 del 1989 (Legge sull'abbattimento delle barriere architettoniche). L'erogazione di detti contributi è però subordinata alla presenza di fondi, è concessa a lavori ultimati e, in ogni caso, coprirebbe soltanto una parte di spesa.

2) Il montascale mobile (a cingoli o a ruote), invece, è erogabile dal Servizio Sanitario Nazionale (Elenco 3 del Nomenclatore Tariffario - D.M. n. 332 del 1999), purché venga dimostrato che sia l'unica soluzione per superare le barriere architettoniche, interne o esterne, della propria abitazione. Il montascale mobile può essere rilasciato in comodato d'uso a persone non deambulanti, o affetti da patologie che non consentono di deambulare, che vivono in edifici mancanti di ascensore idoneo e in presenza di scale non superabili. Ai fini di detto rilascio deve essere dimostrata l'indispensabilità dello strumento in questione per raggiungere il proprio appartamento, o un piano dello stesso, e motivare la richiesta per ragioni di cura, studio, lavoro, socializzazione o di altro tipo.

L'iter da seguire per ottenere un montascale mobile è il seguente:

1) Recarsi dal proprio medico curante e richiedere un'impegnativa pervisita fisiatrica domiciliare per prescrizione montascale”;

2) Chiedere ad un assistente sociale di predisporre una relazione dalla quale si evinca l'indispensabilità di detto ausilio per le esigenze della persona disabile che fa richiesta e la presenza nell'abitazione di una terza persona che aiuti il beneficiario a utilizzare il montascale in sicurezza;

3) Chiedere ad un tecnico comunale, o a uno di fiducia, la redazione di una relazione sull'impossibilità di realizzare una rampa o di installare un servoscala;

4) Recarsi con la predetta documentazione presso l'Azienda Sanitaria di competenza (Ufficio Recupero Riabilitazione Funzionale);

5) L'Azienda Sanitaria incaricherà un medico fisiatra per l'effettuazione della visita a domicilio;

6) Presentare la relazione del fisiatra, e la documentazione ottenuta, all'Ufficio di Assistenza Protesica del Distretto;

7) Quest'ultimo, verificata la completezza della documentazione, è tenuto a incaricare la ditta per la fornitura del montascale.

Va ricordato che l'ausilio, essendo concesso in comodato gratuito e non in proprietà, va restituito all'ASL nel momento in cui non viene più utilizzato.

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci

#ilpapaverorossosocial

Seguici su