Mindful Eating, cinque regole per dimagrire e stare bene

Visualizzazioni:
221
23/06/2018 - 08:37

Sono cinque le regole del Mindful Eating (mangiare con consapevolezza, così tutto il cibo sembrerà più gustoso e basterà ingerirne molto meno, perché ne saremo appagati molto prima) per dimagrire (o almeno tentare di farlo) e migliorare comunque il proprio benessere. A sostenerlo - a fronte di quella che sta diventando una tendenza di massa negli USA - sono diversi esperti americani.

Conosciuto da pochi solo alcuni anni fa, il metodo di vita “mindful” è oggi sempre più applicato all'alimentazione nella lotta all'obesità. Esistono, infatti, il The Center for Mindful Eating (TCME) e una serie di psicologi e “coach” specializzati. E gliadeptigiurano di dimagrire, proprio perché non si pensa a dimagrire.

«Bisogna abbandonare radicalmente l’idea dello stare a dieta e mangiare ciò che piace con totalepresenzadi spirito godendo ogni momento, ogni boccone, ogni sapore», ha spiegato Susan Albers, psicologa della Cleveland Clinic. «Quando affiniamo ogni senso nell'assunzione di cibo, ascoltiamo il nostro corpo che ci dirà naturalmente quando smettere». Ma per riuscirci è bene seguire cinque semplici regole. Eccole:

- Sedersi sempre quando si mangia. Anche solo una merenda, due nocciole e così via.

- Assaporare attentamente e lentamente ogni alimento.

- Masticare lentamente, assecondando ogni gusto e retrogusto.

- Creare un ambiente consono, con poche distrazioni e che aiuti la concentrazione sul cibo.

- Sorridere sempre tra un boccone e l'altro.

«L'intenzione dell'alimentazione “mindful” - ha ripetuto Susan Albers - è stimolare la concentrazione sull'attimo presente, accettando i propri gusti e appetiti ed incentivando la curiosità verso ogni sapore». La promessa, secondo gli esperti, non è quella di dimagrire, ma la pratica condurrebbe naturalmente alla perdita di peso.

(ANSA)

 

clicca e scopri come sostenerci

Aggiungi un commento