Cultura

Leggere ad alta voce ai propri figli o anche giocare con loro potrebbe prevenire disturbi comportamentali quali iperattività e deficit di attenzione, aggressività e altri comportamenti che possono avere un impatto negativo a lungo termine anche sull'apprendimento scolastico. Lo rivela una sperimentazione coordinata da Benard Dreyer (New York...
Parlare due lingue fa bene alla salute. Infatti, aiuta a contrastare l'Alzheimer e, più in generale, le malattie legate al deterioramento cognitivo. Ne sono convinti i ricercatori della Concordia University in uno studio che è stato pubblicato su Neuropsychologia. Gli studiosi hanno usato i dati di risonanze magnetiche complete ad alta risoluzione...
Si è svolto a Bologna lo scorso 25 gennaio il convegno “Prenditi cura del pianeta, inizia dal suolo. Presentazione del Decalogo per il suolo”. L’evento, tenutosi presso l’Aula Magna della Regione Emilia-Romagna, ha ospitato illustri relatori del mondo accademico e istituzionale che hanno animato il dibattito sull’importanza del suolo per la “vita...
Come riusciamo a ricordare un evento dell'infanzia oppure ad immaginare un'azione che non abbiamo ancora compiuto? Merito dell'estrema versatilità del cervello umano, che nasconde tra le pieghe dei suoi neuroni veri e propri "motori dell'immaginazione", capaci di modellare le esperienze passate e future di ciascun individuo, rendendole vivide. È...
Il linguaggio che utilizziamo può essere una "spia" dello stress. Quando siamo fortemente stressati tendiamo in generale a parlare meno, ma ad usare maggiormente avverbi, in particolare "veramente" e "incredibilmente", che possono aiutarci a gestire lo stress agendo come "intensificatori emotivi" che evidenziano un più elevato stato di eccitazione...
Perché quando si fa qualcosa di interessante il tempo vola, e se, invece, ciò che si fa è profondamente noioso viene l'irresistibile desiderio di addormentarsi? Il "mistero" è stato risolto. La "colpa" è dell'area del cervello associata alla motivazione e al piacere: se non ha stimoli sufficienti, non trova nulla di meglio che provocare il sonno....
Carta, penna e calamaio. In passato era così. Ora le tastiere, di diverse grandezze, per PC, tablet e smartphone, stanno sostituendo quello che una volta era il metodo tradizionale per comunicare nel linguaggio non verbale: la scrittura. Il calamaio, dunque, è finito nel cassetto dei ricordi, la carta continua a reggere la sfida, la penna sta...
Ad alimentare la leggenda dei vampiri potrebbe essere stata una malattia del sangue, la porfiria. I suoi sintomi evidenti erano una forte anemia, insofferenza alla luce e un pallore evidente, che nel passato venivano "curati" bevendo il sangue di animali. L'ipotesi, presentata sulla rivista dell'Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti...
Avete presente quel mix di sensazioni che si provano quando si sta per intraprendere un viaggio? Gioia, paura, curiosità, senso di ignoto. Probabilmente sappiamo la meta, ma di certo sconosciamo cosa ci aspetta, come sarà il percorso e cosa troveremo una volta giunti a destinazione. Un po' come la vita: nasciamo e poi chissà. Tutto nuovo, ogni...
È come una sorta di "tassa" da pagare per poter poi godere della bontà e delle qualità nutritive della cipolla: affettandola si finisce quasi inevitabilmente per piangere. Il motivo risiede in un meccanismo complesso, per alcuni aspetti già noto, che coinvolge un composto chiamato fattore lacrimatorio e degli enzimi che ne favoriscono la...