cervello

La sclerosi multipla è una malattia neurologica progressiva caratterizzata da infiammazione cronica del tessuto cerebrale e da lesioni alla guaina mielinica che avvolge i prolungamenti nervosi garantendone l’integrità e consentendo la trasmissione veloce dei segnali. È opinione comune che la microglia, le...

Seguire una dieta base vegetale e vegana con l'idea di far bene al Pianeta è un gesto senz'altro con intenti encomiabili, ma rischia di peggiorare l'assunzione già bassa di un nutriente essenziale coinvolto nella salute del cervello, la colina. La molecola viene infatti assunta tramite l'...

Se ci si vuole prendere una pausa rigenerante da un lavoro impegnativo è meglio evitare di usare il break per dare una sbirciatina allo smartphone.

Lo afferma uno studio della Rutgers University (USA) pubblicato dal Journal of Behavioral Addictions, secondo cui l'uso del telefonino...

Per ridurre il rischio di demenza da anziani bisogna tenere sotto controllo la pressione nellafinestratra i 30 e i 40 anni.

L'indicazione viene da uno studio pubblicato su Lancet Neurology, in cui i ricercatori dell'University College di Londra...

Il cervello dei sapientoni, coloro che hanno cioè un'eccellente cultura generale, è connesso in una maniera particolarmente efficiente.

Lo rileva una ricerca della Ruhr-Universität Bochum e della Humboldt-Universität di Berlino, pubblicata sullo European Journal of...

L'obesità ha ripercussioni anche a livello cerebrale. Livelli più elevati di grasso corporeo sono associati a differenze nella forma e nella struttura del cervello, compresi volumi più piccoli di materia grigia.

Lo rileva uno studio del Leiden University Medical Center,...

Il cervello umano è come un sempreverde: continua a rinnovarsi nonostante il passare delle stagioni, producendo nuovi neuroni addirittura fino ai 90 anni. Le analisi condotte sui campioni prelevati da 58 persone hanno infatti dimostrato la presenza di migliaia di nuove cellule nervose in via di...

Operativi o procrastinatori? La differenza è anche nel cervello. Tra chi è più incline a fare subito le cose e chi invece ha la tendenza a rinviarle il più possibile la diversità sta essenzialmente in un'area cerebrale, l'amigdala, che è cruciale per soppesare le...

Le fastidiose vescicole provocate sulle labbra dal virus herpes simplex 1 (HSV-1), che di solito si presentano ripetutamente nel corso della vita, finora non erano mai state associate alla comparsa di patologie neurodegenerative. In particolare, poco o nulla si sapeva dei danni che le numerose recidive...

I funghi potrebbero essere un ottimo alleato a tavola per mantenere giovane il cervello: infatti, uno studio su oltre 600 persone ha svelato che mangiare 300 grammi o più di funghi a settimana potrebbe addirittura dimezzare il rischio di declino cognitivo, ovvero di quei subdoli deficit patologici delle...