tumore al seno

Identificare marcatori precoci di risposta ai trattamenti per le donne con tumore al seno HER2 positivo è stato l’obiettivo di una ricerca accademica condotta dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (INT). I risultati hanno mostrato che analizzando i microRNA presenti nel sangue è possibile...

Il programma di screening per identificare e controllare i casi di mutazione genetica BRCA (Breast Related Cancer Antigens), che possono causare il tumore della mammella e il tumore dell'ovaio, sarà potenziato e saranno creati percorsi specifici nei Centri di Riferimento della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle...

Usare più e più volte lo stesso olio per friggere può innescare cambiamenti genetici che promuovono, in stadio avanzato, la progressione del tumore al seno.

Gli studiosi dell'Università dell'Illinois, infatti, hanno scoperto che può agire come una sorta di ...

Cresce il numero di nuovi casi l’anno di tumore del seno nel nostro Paese. La patologia nel 2018 ha colpito 52.800 persone mentre nel 2013 erano state “solo” 48.000. La neoplasia, che risulta in assoluto la più diffusa tra la popolazione femminile, ha fatto così registrare un incremento...

È nato il primo ambulatorio di patologia eredo-familiare femminile - BRCA sull'onda lunga di Angelina Jolie, afferente alla Ginecologia e Ostetricia 4 dell'Ospedale Sant'Anna della Città della Salute e della Scienza di Torino, diretta dal dottor Saverio Danese.

...

È svolta nell'uso del tamoxifene - un farmaco utilizzato dopo l'intervento chirurgico nelle donne che hanno avuto un tumore al seno intraepiteliale, pari a circa il 20% di tutti i tumori alla mammella - per ridurre il rischio di recidive: è efficace anche a basse dosi e...

Avere una dieta sana e con pochi grassi, fare attività fisica regolare per almeno 150 minuti a settimana e dire addio alle sigarette.

Tre regole semplici, e solo apparentemente scontate, che possono però fare la differenza nella lotta ai tumori: infatti non solo aiutano a prevenire il cancro...

Scoperta in Italia un’arma capace di colpire il tumore del seno, controllando la crescita delle sue cellule staminali. Questo meccanismo apre la strada a nuovi farmaci capaci di bersagliare selettivamente il motoredel tumore, ossia di interrompere la...

Per la prima volta al mondo è stato descritto il meccanismo che consente a un anestetico locale di inibire la diffusione nel corpo delle cellule cancerogene del tumore al seno, producendo così una sorta di effetto protettivo. L’anestetico impiegato durante l’operazione limita la possibilità che le cellule cancerogene...

Un trattamento contro il cancro al seno, da effettuare prima dell'operazione chirurgica attraverso una rapida puntura sottocutanea, è in grado di ridurre la massa tumorale fin quasi ascioglierla”.

A sperimentare per la prima volta uniti in una nuova formulazione due farmaci...

#ilpapaverorossosocial

Seguici su