microplastiche

Nel Mar Tirreno è presente la più alta concentrazione di microplastiche mai misurata nei fondali marini del mondo: nello specchio di mare compreso fra Toscana, Lazio, Sardegna e Corsica si possono contare fino a 1,9 milioni di frammenti per metro quadrato.

Lo indica uno studio pubblicato su Science...

Grazie all'Università di Catania, per la prima volta al mondo, sarà possibile determinare e quantificare con elevata sensibilità le microplastiche inferiori a 10 micrometri.

L’invenzione, già brevettata in Italia (ma lo scorso marzo l’ateneo catanese ha depositato una...

Ogni anno finiscono nei mari tra i 5 e i 13 milioni di tonnellate di plastica. Una parte importante di questo materiale si trasforma in minuscoli frammenti, chiamati microplastiche, che possono essere ingerite dagli organismi, anche quelli che vivono nelle profondità, come...

Attenzione agli inquinanti nel piatto perché possonoavvelenaregli spermatozoi. A mettere in guardia sono stati gli andrologi, riunitisi nei giorni scorsi per il Secondo Congresso Nazionale “Natura Ambiente Alimentazione Uomo” della Società Italiana...

Con i rifiuti abbiamotoccato il fondo”: più del 70% di quelli marini è depositata nei fondali italiani e il 75% è plastica. Il mare di Sicilia, con 786 oggetti rivenuti e un peso complessivo superiore ai 670 kg, conferma la sua collocazione tra le discariche...

Presenti ovunque, anche nell'acqua del rubinetto, in quella acquistata in bottiglia e in quella di sorgente, le microplastiche sono ancora poco studiate e abbiamo «urgente bisogno di sapere di più sul loro impatto sulla salute».

A lanciare l'appello è l'Organizzazione Mondiale...

Anche l'uomomangiala plastica. Se ne ingeriscono fino a 2.000 minuscoli frammenti per settimana, che corrispondono a circa 5 grammi, l'equivalente in peso di una carta di credito. In media sono pari a oltre 250 grammi l'anno.

A puntare il dito contro...

Se le microplastiche si diffondono ovunque è perché sono aiutate dal vento, che le trasporta anche attraverso distanze notevoli.

Lo indica lo studio condotto sui Pirenei e pubblicato sulla rivista Nature Geoscience dal gruppo del Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS) coordinato da...

In attesa di ridurre drasticamente l’utilizzo e lo spreco di plastica, un’altra soluzione potrebbe arrivare da una nuova tecnica in grado di trasformare il 25% di tutti i rifiuti di plastica in un carburante simile al diesel, attirando nuovi investimenti economici che darebbero una spinta all’industria del...

Leaving No One Behind” è il tema della Giornata Mondiale dell’Acqua 2019. Uno slogan che ci invita a riflettere sulle difficoltà che ancora oggi incontrano milioni di persone per l’accesso all’acqua sicura: 2,1 miliardi (30% della popolazione mondiale) non hanno acqua...