Tumore seno, più rischi prendendo vitamine durante le cure

Autore:
Redazione
07/01/2020 - 02:15

Assumere integratori vitaminici come vitamina B12, grassi omega-3 o ferro potrebbe interferire con la chemioterapia nelle pazienti con cancro al seno, aumentando il loro rischio di avere una recidiva e di morire.

Lo rivela uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Oncology basato su dati relativi a 1.134 pazienti seguite per un tempo medio di sei anni. È emerso che le donne che prendevano integratori durante la chemio - tra cui carotenoidi, coenzima Q10 e vitamine A, C ed E - avevano un rischio del 41% maggiore di veder tornare il tumore dopo le cure (recidiva) e un rischio del 40% maggiore di morire durante il periodo di osservazione, rispetto alle pazienti che non facevano uso di integratori.

«Da questo studio sembra non essere opportuno assumere integratori durante la chemioterapia», ha riferito la professoressa Christine Ambrosone del Roswell Park Comprehensive Cancer Center a Buffalo (USA).

«Si ipotizza che gli antiossidanti potrebbero interferire con la capacità dei chemioterapici di uccidere le cellule tumorali», ha spiegato Ambrosone. «Infatti, un meccanismo d'azione dei chemioterapici è proprio quello di generare tanto stress ossidativo. Gli antiossidanti contenuti in molti integratori potrebbero contrastare lo stress ossidativo indotto dalla chemio, rendendola meno efficace», ha concluso l’esperta.

(ANSA)

 

Potete leggere anche i seguenti articoli

www.ilpapaverorossoweb.it/article/tumore-al-seno-5300-donne-fase-metastatica-nel-2019-ma-migliorano-le-cure

www.ilpapaverorossoweb.it/article/così-potrebbe-essere-possibile-spegnere-le-cellule-del-tumore-al-seno

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci