Veneto: cure dentarie gratis per chi non ce la fa

Visualizzazioni:
853
18/08/2017 - 15:41

La Regione Veneto apre la strada alle cure dentarie gratuite per la fascia di popolazione meno abbiente o con problemi di vulnerabilità sanitaria.

L'iniziativa, senza il pagamento del ticket nelle strutture pubbliche, e con l'obiettivo di coinvolgere nelle prestazioni "convenzionate" anche gli studi privati, sarà operativa, come annunciato dal governatore Luca Zaia, dal primo gennaio 2018.

La delibera, che ha una dotazione finanziaria - derivata dal fondo sanitario - di 8 milioni di euro per il 2018, individua tre fasce di utenti per i quali visite e cure dentarie saranno gratuite. Le prime due riguardano i giovani fino ai 14 anni (indipendentemente dal reddito familiare) e le persone in situazione di vulnerabilità sanitaria (pazienti oncologici, psichici, portatori di malattie rare, pazienti in attesa di trapianto, persone affette da dipendenze di vario tipo e da virus HIV) e di vulnerabilità sociale (ad esempio, i disabili gravi oppure i danneggiati da vaccinazioni obbligatorie e da trasfusioni o ancora i disoccupati con familiari a carico con reddito lordo non superiore a 8.263,31 euro e gli ultrasessantenni con pensione minima).

L'ultima fascia riguarda le persone affette da patologie odontoiatriche che necessitano di un trattamento immediato con accesso diretto. Qui rientrano gli over 64, con reddito non superiore ai 36.151,98 euro lordi, ai quali la Regione darà un contributo di 400 euro (200 ad arcata), ripetibile ogni quattro anni, per le protesi dentarie.

«È una delibera innovativa - ha detto Zaia - che introduce un principio di civiltà. È troppo banale, quando si incontrano persone con la bocca non in ordine, liquidare la cosa dicendo che "non si curano". La verità è che l'accesso a questo tipo di cure non è facilitato».

(ANSA - Regione del Veneto Comunicato stampa Numero 1140 del 16/08/2017)

 

clicca e scopri come sostenerci

Aggiungi un commento