Giornata Mondiale FM, MCS, CFS e ME: successo in tutta Italia

Numero di accessi

3373
13/05/2016 - 17:59

La Giornata Mondiale dedicata alla Sensibilità Chimica Multipla (MCS), alla Fibromialgia (FM), alla Encefalomielite Mialgica (ME), e alla Sindrome della Fatica Cronica (CFS) è appena andata in archivio ma restano le emozioni e le azioni di ieri, 12 maggio 2016, in cui tutta l'Italia è stata protagonista di numerosi eventi su varie piazze.

Catania, Palermo, Biella, Cosenza, Crotone, Bari, Genova, Bologna, Roma si sono unite in un lungo abbraccio di solidarietà che ha attraversato lo stivale e le isole per dare voce a tutti coloro che sono affetti da queste patologie, ancora non riconosciute a causa di lacune del nostro SSN e per le quali non sono state individuate diagnosi, cure e percorsi assistenziali adeguati. Stand informativi, tavolini, incontri con gli attivisti in prima linea, il tutto promosso dal Comitato per il Riconoscimento della Fibromialgia e da Associazione per la Difesa dell' Ambiente e della Salute A.D.A.S.Onlus, con il coinvolgimento e il patrocinio di diverse associazioni.

 

A Catania A.D.A.S. Onlus è stata protagonista di uno stand informativo su via Etnea, ingresso Giardino Bellini. Il dialogo con i cittadini, il materiale informativo, gli aggiornamenti sulle iniziative e le attività hanno caratterizzato il pomeriggio catanese. A.D.A.S. Onlus nonchè molte attestazioni di solidarietà. Hanno aderito CittadinanzaAttiva e AIRA.

 

Marisa Falcone, presidente e fondatrice A.D.A.S., ha espresso soddisfazione per il buon esito dell'evento in termini di presenze di pubblico: “Oggi è soltanto un momento di riflessione e di presa d'atto dei bisogni di salute insoddisfatti di milioni di cittadini in Italia. Da domani l'impegno aumenterà ed è necessario che cresca numericamente l'apporto della cittadinanza, affinchè ognuno faccia la propria parte”.

A.D.A.S. Onlus ha maturato la proposta, assieme a CittadinanzAttiva – C.n.A.M.C nella persona del referente regionale, dottor Salvo Filetti

, presente per tutto il pomeriggio, da avanzare al sindaco Enzo Bianco e alle aziende ospedaliere di Catania e provincia per l'apertura di un centro ascolto all'interno di un locale comunale per le persone affette dalle quattro patologie, in attesa che vengano riconosciute e si possa contare su percorsi diagnostici e terapeutici assistiti negli ospedali. Un luogo, insomma, in cui sia a disposizione un team di medici e specialisti che intendano creare così un pool fisso in grado di garantire quell'assistenza che ancora oggi non viene assicurata dal SSN al fine di fornire ascolto, assistenza, sviluppare diagnosi e cure (anche prescritte altrove in Italia).

Da ricordare la presenza, allo stand, dei rappresentanti dell'Ufficio Reti e Risorse dell'Assessorato Comunale al Welfare, Ina Cerami e Giuseppe Avellino, del vice presidente del Comitato Consultivo del Policlinico di Catania, Angelo Murgo, e di diversi presidenti di associazioni.

 

A Palermo, nella mattinata di mercoledì 11, la vice presidente di A.D.A.S., Maria Tersesa Mezzatesta, ha dato vita ad un flashmob, assieme ad altri attivisti, davanti all'Assessorato Regionale alla Salute, con gli esiti che vi abbiamo già raccontato qui: http://www.ilpapaverorossoweb.it/article/palermo-flashmob-adas-la-vice-presidente-mezzatesta-alla-regione

 

Palpabile la soddisfazione dalla Calabria, dalle parole di Rossella Valenti:

“Ieri, esponendo le nostre patologie, abbiamo avuto l'appoggio del sindaco di Petilia Policastro, Amedeo Nicolazzi, che ha apposto la sua firma nella nota che Marisa Falcone ha inviato ale massime autorità Nazionali e Regionali., Abbiamo avuto sostegno e firma anche dal sindaco di Cirò, Mario Caruso e ringrazio anche il sindaco di Mesoraca, Armando Foresta. Grazie poi a Marisa Falcone, mia guida in tutto, per avermi nominata coordinatrice della Calabria. Qui io mi batterò insieme all'amministrazione comunale, sia come coordinatrice A.D.A.S. onlus che come vice presidente di 'IoEsisto Onlus”.

 

Piera Masuero, da Biella:

“Abbiamo allestito un banchetto, facendo volantinaggio e sensibilizzando i passanti sulle malattie ambientali. Siamo comunque riusciti a coinvolgere decine di persone e la maggior parte non aveva mai sentito parlare di queste patologie. Abbiamo centrato la giornata dando informazioni sulle stesse, distribuendo gadgets e materiale informativo, ringraziamo davvero tutti coloro che hanno reso possibile l'evento”.

 

Anna Maria Pagano, da Genova, racconta così la giornata:

“La manifestazione di ieri a Genova, patrocinata da Regione e Comune, è stata molto partecipata, un vero successo: hanno aderito molte associazioni che si occupano di diritti e di malattie - AssoUtenti AISF ADAS onlus Comitato IMI - Altra Società e il Comitato per il riconoscimento della fibromialgia. I media hanno dato notizia dell'iniziativa, le emittenti locali hanno fatto dei passaggi anche in diretta della manifestazione, anzi la prossima settimana il comitato sarà ospite in trasmissione, proprio sul tema della fibromialgia.

Nel corso della manifestazione è stata presentata una proposta di legge sul riconoscimento della fibromialgia depositata venerdi scorso in regione Liguria. Alla stesura della legge ha contribuito anche il nostro comitato ed è stato realizzato un percorso partecipativo importante. Come comitato chiediamo alle istituzioni un approccio bipartisan che tenga conto dei diritti dei cittadini, dei malati e non delle appartenenze politiche”.

A Pordenone la Giornata è stata celebrata con un lancio di palloncini con i colori associati alle patologie (blu, viola e verde). Ad organizzare sono state il Gruppo di Fibromialgia di Pordenone e la CFS Associazione Italiana onlus.

Infine, giusto riproporre l'editoriale di Marisa Falcone (per leggerlo clicca qui: http://www.ilpapaverorossoweb.it/content/giornata-mondiale-dedicata-alla-sensibilit%C3%A0-chimica-multipla-mcs-alla-fibromialgia-fm-alla) poiché oltre il momento di solidarietà di ieri, la società tutta, in ogni sua componente, deve partecipare al progresso civile che si declina anche attraverso una sanità per tutti.

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci

#ilpapaverorossosocial

Seguici su