Influenza o raffreddore? Cinque dritte per capirlo

Numero di accessi

2396
10/01/2019 - 08:04

Influenza o raffreddore? Malessere stagionale o vera e propria malattia virale con i suoi rischi di complicazioni? Con i casi che crescono di giorno in giorno, i Centri per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (Centers for Disease Control and Prevention - CDC), principale istituto nazionale per la sanità pubblica degli USA, ed altri specialisti di disturbi infettivi suggeriscono di farsi “cinque domande” per capire la differenza.

Se il malessere si è scatenato in fretta, con sintomi forti nel giro di poche ore, è con tutta probabilità influenza. Quest'ultima, spiega Alan Taege, medico della Cleveland Clinic, «ci fa sentire tutto d'un tratto doloranti e sfiniti». I raffreddori, invece, solitamente presentano problemi diversi, dal mal di gola alla congestione, in modo graduale.

Se la temperatura corporea supera i 37,8 gradi, si tratta quasi certamente influenza. I raffreddori possono causare un aumento, ma la febbre raramente supera i 37-37,5 gradi.

L' influenza, osservano poi i CDC, fa usualmente sentire tutti acciaccati e bastonati, «come se si fosse andati sotto un autobus», mentre il raffreddore no.

Anche il mal di testa generalizzato e forte accompagna solitamente l' influenza. Mentre per il comune raffreddore è assente oppure, se si soffre anche di sinusite, localizzato.

Tipologie a parte, i sintomi dell'influenza sono più virulenti ed aggressivi, il senso di essere malati più forte. E se mal di gola e starnuti possono in realtà essere presenti con entrambe le patologie, con il raffreddore sono comunque più lievi.

(ANSA)

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci

#ilpapaverorossosocial

Seguici su