Nel latte materno un antibiotico naturale che non uccide i batteri buoni

24/10/2019 - 12:00

Nel latte materno scoperta una sostanza antimicrobica (una sorta di antibiotico naturale) che difende da batteri pericolosi e favorisce la crescita di microrganismi buoni nell'intestino del bebè.

La scoperta si deve a Donald Leung, del National Jewish Health ed è stata riportata sulla rivista Scientific Reports.

Il composto si chiama GML ed è una sorta di antibiotico naturale presente in elevatissime quantità nel latte materno, ma molto meno abbondante nel latte vaccino e assente in quello artificiale.

Gli esperti hanno dimostrato che GML e il latte materno sono in grado di uccidere batteri come Staphylococcus aureus, Bacillus subtilis e Clostridium perfringens, cosa che né il latte di mucca né quello artificiale possono fare.

Inoltre, gli esperti hanno evidenziato che la sostanza è selettiva e, a differenza dei normali antibiotici, non uccide i batteri buoni, anzi ne favorisce la crescita, non a caso nel pancino dei bebè allattati al seno ci sono più lattobacilli, batteri della famiglia dell'Enterococco, e bifidobatteri.

E non è tutto, la sostanza ha azione antinfiammatoria e, se aggiunta al latte vaccino, gli conferisce potere antimicrobico.

GML è al momento oggetto di una richiesta di brevetto per il suo utilizzo come additivo nel latte vaccino e in quello artificiale, concludono gli autori del lavoro.

(ANSA)

 

Potete leggere anche i seguenti articoli

www.ilpapaverorossoweb.it/article/taranto-livelli-di-diossine-e-pcb-nel-latte-materno-città-più-elevati-che-provincia

www.ilpapaverorossoweb.it/article/bambini-fino-cinque-anni-bisogna-bere-solo-acqua-e-latte

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci