Alzheimer

Isolata nel DNA di una donna colombiana a rischio di Alzheimer (a causa di una predisposizione genetica alla malattia molto diffusa in Colombia e che porta ad ammalarsi intorno ai 40 anni) una rara modifica genetica (la mutazione chiamata APOE3ch) che l’ha protetta dalla malattia per...

Il rischio di ammalarsi di una qualche forma di demenza (Alzheimer compreso) potrebbe aumentare sensibilmente con un consumo eccessivo di cibi contenenti grassi cattivi trans: ad esempio margarine, brioche, snack dolci, salatini, patate fritte surgelate, dadi da brodo, alimenti da fast food, pesce surgelato in...

La malattia di Alzheimer è la forma più comune di demenza degenerativa che colpisce in modo progressivo le strutture cerebrali. Nonostante siano più a rischio gli anziani, si assiste a un incremento dell'insorgenza in soggetti più giovani. Se, infatti, l'esordio della patologia si conclama prevalentemente in...

Il disagio mentale è un problema che sta acquisendo sempre maggiore rilevanza a livello nazionale, coinvolgendo una sempre più ampia fetta di popolazione, specie tra gli anziani (su cui grava sempre di più anche il peso della malattia di Alzheimer) e le fasce più deboli della popolazione dal punto di...

Una rapida e non invasiva scansione degli occhi può identificare mutamenti nella retina che aiutano a diagnosticare il morbo di Alzheimer.

È il risultato di una nuova ricerca di studiosi del Centre for Eye Research Australia (CERA) e dell'Università di Melbourne, che hanno usato ...

Una sostanza presente in cibi quali la soia e le uova - la fosfatidilcolina - potrebbe essere protettiva contro l'Alzheimer e il suo assorbimento si associa a migliori performance cognitive e di memoria.

Lo suggerisce una ricerca condotta da esperti dell'Università della...

Messo a punto un nuovo test basato su un prelievo di sangue, potenzialmente in grado di predire (con una accuratezza del 94%) chi si ammalerà di Alzheimer anni e anni prima dell'esordio dei sintomi della malattia. Detto che ogni 3 secondi c'è un nuovo caso di Alzheimer nel mondo e che ...

Scoperto perché le donne sono più a rischio di ammalarsi di Alzheimer. La ragione sta nella maggiore connettività di alcune aree del loro cervello, dove si forma la proteina Tau, responsabile delle placche che si accumulano con la malattia, e in alcuni particolari geni.

...

Seguire un sano stile di vita può aiutare a compensare la predisposizione genetica che si può avere alla demenza senile.

A rilevarlo è una ricerca coordinata dall'Università di Exeter, pubblicata sulla rivista scientifica JAMA e presentata nel corso dell'Alzheimer's Association...

Mentre si studia, fare un po' di esercizio fisico potrebbe non essere una perdita di tempo, ma un trucco per memorizzare meglio. Il meccanismo, messo in luce da uno studio pubblicato sul Journal of the International Neuropsychological Society, è stato testato sugli anziani, ma...