Strisce di fiori selvatici nei campi per ridurre pesticidi

Visualizzazioni:
809
10/02/2018 - 07:59

Strisce di fiori selvatici nei campi, per dare rifugio agli insetti che mangiano i parassiti dei raccolti e ridurre quindi l'uso dei pesticidi. È l'esperimento che è stato avviato in quindici fattorie dell'Inghilterra centrale ed orientale dall'istituto di ricerca Centre for Ecology & Hydrology (CEH). Lo riferisce il quotidiano britannico The Guardian sul suo sito.

I fiori selvatici sono margherite, trifoglio rosso, centaurea comune e carota selvatica. Sono stati piantati in fasce larghe 6 metri e distanti 100 metri l'una dall'altra, e serviranno da rifugio per sirfidi, vespe parassite e carabidi, che mangiano gli afidi e altri parassiti dei raccolti.

La tecnica delle strisce di fiori selvatici per ridurre i pesticidi è già stata utilizzata, ma finora venivano messe intorno ai campi. I risultati sono stati positivi, ma secondo i ricercatori gli insetti predatori in questo modo non riescono ad arrivare in mezzo ai campi. Con le strisce che intervallano i raccolti (coprendo il 2% della superficie totale), si conta di migliorare la diffusione dei predatori naturali.

(ANSA)

 

clicca e scopri come sostenerci

Aggiungi un commento