Articolo
Anche eliminare cattive abitudini, come dormire con la TV accesa in stanza, può aiutare a perdere chili di troppo. È quanto suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista JAMA Internal Medicine, secondo il quale, per le donne, lasciare una luce artificiale accesa di notte è collegato a una probabilità maggiore di diventare obese. Per lo studio, i... Continua
Articolo
Se caffè e birra piacciono tanto non è una questione di gusto, ma di sensazioni, come la scossa di energia che arriva assaporando un espresso. Non sono preferenze che dipendono dalle variazioni nei geni che controllano il gusto, ma dalle proprietà psicoattive delle bevande. Lo indica una ricerca della Northwestern University, pubblicata sulla... Continua
Articolo
Basta ricordarsi del caffè che la mente diventa più vigile e attenta. Dunque, una delle bevande più consumate al mondo ha anche un effetto psicologico. È questo il risultato di una nuova ricerca svolta dall'Università di Toronto e pubblicata sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition. Gli studiosi hanno infatti notato un effetto di... Continua
Articolo
Operativi o procrastinatori? La differenza è anche nel cervello. Tra chi è più incline a fare subito le cose e chi invece ha la tendenza a rinviarle il più possibile la diversità sta essenzialmente in un'area cerebrale, l'amigdala, che è cruciale per soppesare le situazioni che affrontiamo e ci allerta su eventuali conseguenze negative del nostro... Continua
Articolo
Una soluzione a base di acqua e aghi di abete bianco della montagna toscana, in concentrazione di appena lo 0.44%, ottenuta attraverso un processo di cavitazione idrodinamica controllata, ha dimostrato capacità antiossidanti equiparabili o migliori rispetto alle sostanze comunemente usate come riferimento, dalle vitamine C ed E al resveratrolo,... Continua
Articolo
La più famosa rimane l'appendice, ma sono molte di più le parti del corpo che “non servono più”. A metterne in fila nove in una serie di tweet, poi ripresi da diversi siti statunitensi, è stata Dorsa Amir, una antropologa evoluzionista del Boston College. Questi ed altri “rifiuti dell'evoluzione”, spiega l'esperta, sono chiamati “strutture... Continua
Articolo
L'intelligenza artificiale ha imparato a dormire e forse in futuro imparerà anche a sognare: un po' come i replicanti di Ma gli androidi sognano pecore elettriche? (Do Androids Dream of Electric Sheep?, 1968), romanzo di Philip K. Dick che ha ispirato il famosissimo film Blade Runner (1982) di Ridley Scott. Un progetto tutto italiano ha realizzato... Continua
Articolo
Non morì per un'infezione, alcolismo (sebbene il suo declino inizio proprio con una forte bevuta) o un omicidio Alessandro Magno, come alcune tesi storiche hanno nel tempo sostenuto. Bensì a causa della sindrome di Guillain-Barré, un disturbo neurologico raro autoimmune che lo lasciò paralizzato per sei giorni, privandolo a poco a poco della... Continua
Articolo
Il cervello delle donne invecchia più lentamente e, a parità di età, è almeno tre anni più giovane rispetto a quello maschile. Lo indica una ricerca dell'Università Washington a Saint Louis (Missouri) pubblicata sulla rivista dell'Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti, PNAS. Il risultato, basato sulla scansione del cervello di 205... Continua
Articolo
Sono pronti i primi risultati parziali dell'esperimento più lungo della storia, avviato nel 2014 e destinato a durare ben 500 anni, fino al 2514, per scoprire quanto possono sopravvivere i batteri dormienti in isolamento. Sigillati in 800 fiale di vetro come in una capsula del tempo, i batteri verranno analizzati un po' per volta a intervalli... Continua

#ilpapaverorossosocial

Seguici su