I narcisisti usano meno il pensiero critico

10/09/2019 - 15:09

I narcisisti? Usano meno il pensiero critico. Cioè l'insieme di tutti quei processi mentali che sono importanti per risolvere i problemi e prendere decisioni solide. Hanno quindi capacità cognitive più deboli di quanto pensino.

Lo rileva una ricerca dell'Università di Waterloo (Canada), pubblicata sulla rivista Thinking & Reasoning. Gli studiosi hanno scoperto che mentre molti narcisisti possono percepirsi come pensatori altamente intelligenti e critici, hanno meno probabilità di utilizzare importanti strategie di pensiero riflessivo quando risolvono i problemi; pertanto gli alti livelli di fiducia che hanno nelle loro capacità intellettuali sono in molti casi secondo la scienza fuori luogo.

Nell'ambito di una serie di studi che indagano sulla relazione tra narcisismo, impulsività e riflessione cognitiva, sono stati valutati due tipi di narcisismo identificati dalla psicologia: quello grandioso e quello vulnerabile. I narcisisti grandiosi si sentono superiori agli altri e hanno una maggiore autostima, mentre i narcisisti vulnerabili si sentono più insicuri, introversi e hanno meno stima di se stessi. In uno studio, i ricercatori hanno reclutato cento partecipanti negli Stati Uniti e valutato le loro prestazioni con un test apposito, il Cognitive Reflection Test, l'impegno nella riflessione e il pensiero intuitivo. In uno studio successivo, le valutazioni sono state ripetute, con l'esame aggiuntivo dell'impatto di un eccesso di fiducia sull'abilità cognitiva.

«Abbiamo scoperto - evidenzia Jonathan Fugelsang, uno degli autori dello studio - che il narcisismo grandioso e vulnerabile è associato negativamente con alcuni tipi di importanti processi di pensiero riflessivo».

(ANSA)

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci