La deforestazione contribuisce al riscaldamento globale più del previsto

Visualizzazioni:
119
07/09/2017 - 09:34

Nella lotta ai cambiamenti climatici i riflettori sono accesi per lo più sulla riduzione dell'uso dei combustibili fossili e sullo sviluppo di fonti di energia "verdi", ma un nuovo studio invita a tenere alta l'attenzione anche nei confronti della deforestazione, fenomeno che contribuirebbe al riscaldamento globale più del previsto.

A suggerirlo è uno studio della Cornell University (Ithaca, New York) che dimostra come la deforestazione, e il successivo utilizzo di terreni per agricoltura o pascoli, contribuisca più di quanto ipotizzato al "global warming", in particolare nelle regioni tropicali.

Pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters, lo studio indica che al tasso attuale di deforestazione tropicale entro la fine del secolo ci sarà un aumento di un grado e mezzo della temperatura del pianeta anche nel caso di uno stop totale alle emissioni di anidride carbonica da combustibili fossili.

Oltre alla CO2 rilasciata quando si tagliano e bruciano alberi, altri gas a effetto serra - come il metano - vengono immessi in atmosfera quando un terreno viene convertito per scopi agricoli o altre attività umane. Tali gas, dicono i ricercatori, aumentano la capacità dell'anidride carbonica di intrappolare l'energia del sole nell'atmosfera, contribuendo a riscaldare il clima.

(ANSA)

 

clicca e scopri come sostenerci

Aggiungi un commento