La frutta tiene a bada l'insulina e aiuta a prevenire il diabete tipo 2

Autore:
Redazione
30/06/2021 - 19:22

Un nuovo studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism conferma che per ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 una buona strategia di prevenzione consiste nel seguire una dieta che comprenda il consumo di frutta intera di stagione.

Durante l'attività di ricerca condotta dall'Istituto per la Ricerca Nutrizionale dell'Edith Cowan University (Perth - Australia) sono stati esaminati i dati di 7.675 australiani, valutando l'assunzione sia di frutta che di succhi di frutta con la prevalenza del diabete dopo cinque anni. I risultati raccolti mostrano un'associazione tra l'assunzione di frutta e i marcatori dell'insulina, suggerendo così che il pancreas delle persone che ne consumavano di più deve produrre meno quantità di questo ormone per abbassare i livelli di glucosio nel sangue.

«Questo dato è molto importante perché alti livelli di insulina (iperinsulinemia) possono danneggiare i vasi sanguigni e sono correlati a ipertensione, obesità e malattie cardiache», ha affermato l'autrice principale dello studio, la dottoressa Nicola Bondonno.

Da sottolineare che i benefici sono stati osservati solo in chi consumava frutta intera, non in chi consumava succhi di frutta, e ciò è dovuto al fatto che questi ultimi sono molto più ricchi di zuccheri e poveri di fibre.

«La frutta, così come la verdura, oltre ad essere ricca di vitamine e minerali, è un'ottima fonte di sostanze fitochimiche, che possono aumentare la sensibilità all'insulina, e di fibre, che aiutano a regolare il rilascio di zucchero nel sangue. Questo fa sì che gli zuccheri contenuti nella frutta vengano assorbiti più lentamente rispetto a quelli contenuti in altri alimenti. È importante quindi assumerne minimo due porzioni al giorno e possibilmente a filiera corta, perché mantenga inalterate tutte le proprietà nutritive», ha ricordato infine Agostino Consoli, presidente della Società Italiana di Diabetologia (SID).

In conclusione, chi mangia almeno due porzioni di frutta al giorno ha una probabilità inferiore del 36% di sviluppare diabete di tipo 2. Non dimentichiamo che il diabete di tipo 2 colpisce circa 451 milioni di persone in tutto il mondo, mentre sono 374 milioni coloro che rischiano di svilupparlo.

(Fonte: ANSA)

 

In copertina: Foto di LuAnn Hunt on Unsplash

 

Leggi anche i seguenti articoli

www.ilpapaverorossoweb.it/content/come-conservare-frutta-e-verdura

www.ilpapaverorossoweb.it/article/le-arance-proteggono-muscoli-e-ossa-degli-anziani

www.ilpapaverorossoweb.it/article/è-arrivata-lestate-i-cibi-di-stagione-che-riducono-lo-stato-infiammatorio-dellorganismo

 

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci