La Proteina C-reattiva: uno "strumento" diagnostico

Autore:
Redazione
05/04/2017 - 09:58

La Proteina C-reattiva, secondo quanto è emerso dallo studio condotto in italia dal Centro Clinico NeMo in collaborazione con l'Ospedale Molinette di Torino,  è marker prognostico della Sclerosi Laterale Amiotrofica SLA. Questa proteina, normalmente prodotta dal fegato e dal grasso corporeo, aumenta, raggiungendo maggiori concentrazioni nel sangue, in caso di processi infiammatori, dopo gli interventi chirurgici e nella fase più acuta di determinate patologie.

Questo studio ha evidenziato come vi sia relazione tra alte concentrazioni di proteina C-reattiva, indice di forte processo infiammatorio in atto, e aggravarsi della SLA con conseguente diminuzione considerevole delle aspettative di vita. 

L'auspicio è che quanto appurato dai ricercatori italiani dia  l'imput per ulteriori ricerche in grado di individuare cure efficaci.

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci