Coronavirus, telemedicina al Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo

18/03/2020 - 01:33

L’Azienda Ospedaliera Universitaria PoliclinicoPaolo Giacconedi Palermo è in prima linea per fronteggiare l'emergenza Covid-19 anche attraverso l'impiego della telemedicina, un'importantissima frontiera della medicina che sempre più si sta sviluppando nel mondo e che, fra le altre cose, non espone il personale sanitario e i pazienti stessi al rischio di infezioni in situazioni di emergenza come quella causata dal coronavirus.

Dopo l'Ematologia, per la quale è stato da poco attivato un percorso con i Medici di Medicina Generale, anche la Medicina Orale offre consulti a distanza agli odontoiatri delle province di Palermo, Agrigento, Trapani, Enna, Caltanissetta per le patologie odontostomatologiche.

Il servizio è gestito da Olga Di Fede e Giuseppina Campisi attraverso uno spin-off (GOforMed) dell’Università degli Studi di Palermo e permette agli odontoiatri di inviare una richiesta di consulto attraverso la App DoctOral (scaricabile gratuitamente su smartphone e tablet), allegando una foto scattata in diretta al cavo orale del paziente o precedentemente acquisita e dettagliando il loro quesito (per istruzioni clicca qui).

«Attraverso DoctOral possiamo fornire ai nostri colleghi odontoiatri un ausilio per l'inquadramento clinico delle lesioni del cavo orale, che permetterà di selezionare solo i casi che necessitano di essere visitati in urgenza presso l'ambulatorio di Medicina Orale, nel rispetto delle direttive nazionali e regionali e della circolare aziendale che ha sospeso le visite e le prestazioni ambulatoriali, tranne che per le urgenze e i pazienti oncologici. Per tutti i pazienti, già presi in carico presso la struttura, è attivo la mail medicinaorale@odonto.unipa.it», spiega Giuseppina Campisi, responsabile della Medicina Orale.

In questo momento di emergenza sanitaria nazionale in cui vengono erogate solamente prestazioni urgenti o non differibili, anche la Chirurgia Plastica, diretta dalla professoressa Adriana Cordova, mette a disposizione un servizio per consulti e informazioni sul referto istologico, inviando una mail all’indirizzo chirurgiaplastica@policlinico.pa.it.

«Invitiamo i nostri pazienti a non venire in ospedale, se non per emergenze reali, e a rivolgersi al proprio medico di famiglia per le medicazioni o la rimozione dei punti di sutura», dice la dottoressa Sara Di Lorenzo, dirigente medico di Chirurgia Plastica che ha proposto l’iniziativa. «Tramite mail sarà possibile avere informazioni sugli esami istologici effettuati o avere risposte a domande, dubbi o perplessità sul decorso postoperatorio o sul follow-up. Siamo consapevoli che il rapporto medico-paziente non può essere sostituito in alcun modo dal PC ma vogliamo dare la possibilità ai nostri pazienti di usufruire di un servizio di consulenza telematica e poter garantire, per quanto possibile, la continuità assistenziale anche in un momento di emergenza come questo».

 

Potete leggere anche i seguenti articoli

www.ilpapaverorossoweb.it/article/telemedicina-sempre-e-ovunque

www.ilpapaverorossoweb.it/article/clicca-il-neo-lapp-che-analizza-la-pelle

www.ilpapaverorossoweb.it/article/presentate-le-raccomandazioni-civiche-laderenza-terapeutica

 

crowfunding adas

clicca e scopri come sostenerci